Micro video Advertising

Micro video Advertising

Il video advertising è una strategia in forte espansione ed in continua evoluzione: il formato video sta rapidamente sostituendo la pubblicità display statica diventando una scelta sempre più popolare tra i marchi che desiderano aumentare la propria brand awareness.

Le potenzialità dimostrate dal formato video e lo sviluppo della tecnologia e delle piattaforme hanno portato a una crescente diffusione dei video pubblicitari attraverso le piattaforme web emergenti e soprattutto sui social network, all’interno dei quali è possibile anche profilare un pubblico targettizzato.

Nel settore pubblicitario l’aspetto fondamentale è riuscire ad attirare l’attenzione del consumatore, coinvolgerlo ed essere ricordati in un panorama altamente competitivo. Per instaurare un legame tra brand e consumatori entrano in campo diversi elementi quindi è necessario studiare le migliori strategie per creare un dialogo efficace. Il video advertising offre proprio questa opportunità dal momento che è un formato altamente coinvolgente e capace di creare un legame emotivo con il pubblico, oltre a incoraggiare la condivisione attraverso i social puntando alla viralità.

Idealmente il video deve presentarsi con un frame d’anteprima attraente per richiamare l’attenzione del pubblico e spingerlo a visualizzarne il contenuto. La narrazione deve poi essere avvincente per convincere l’utente a proseguire la visione senza abbandonarla, oltre ad adattarsi all’audience che si vuole colpire.
Attrazione e coinvolgimento sono quindi i pilastri su cui si fonda un’efficace video advertising, ma anche la brevità riveste un ruolo di estrema importanza.

Nel corso degli ultimi due anni, i riflettori si sono concentrati sui video brevi: ne è un esempio il lancio da parte di YouTube del bumper video da 6” e il successo iniziale di piattaforme come Vine (ora non più attiva).
Il formato micro video (6 secondi o meno) è destinato a crescere parallelamente all’affermazione del fenomeno del micro moment marketing.

La chiave del micro moment marketing è chiara: tanti messaggi, tante interferenze, poco tempo a disposizione. Per la precisione sono pochissimi i secondi utili per catturare e mantenere alta l’attenzione degli utenti. In un tempo così limitato è necessario saper trasmettere input chiari, concisi e rilevanti per il consumatore, e i micro video rappresentano l’opportunità migliore perché sono immediati, semplici e in grado di ottenere un forte impatto emotivo.

Per valutare l’efficacia e ottimizzare le potenzialità di questo strumento una risposta concreta arriva dagli studi di Neuro Marketing. Attraverso un’analisi approfondita delle reazioni biologiche rilevate tramite biosensori, è possibile individuare e selezionare i momenti più emozionanti all’interno di un video in modo da mantenere costantemente alta l’attenzione e il coinvolgimento degli utenti (riducendo la chiusura volontaria di un video in autoplay o lo skip di un pre-roll). Inoltre, tramite Eye Tracker, è possibile individuare il frame che catalizza maggiormente l’attenzione in modo da spingere l’utente a cliccare spontaneamente sul tasto play.